Gianbattista Garattini
Agente in attività finanziaria
335.5431944
I mutui, le assicurazioni vita e i giovani
09/10/15
Sempre più giovani alle prese con l’accensione di un mutuo vengono forzati a stipulare un’assicurazione sulla vita, senza conoscerne appieno le caratteristiche e l’effettiva utilità. Ad accendere i riflettori su un tema particolarmente caldo in questo periodo è l’Adnkronos, che ha effettuato un’inchiesta intervistando l’Associazione italiana fra le imprese assicuratrici (Ania), l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass) e associazioni dei consumatori.

Più mutui, più polizze vita. L’agenzia di stampa ha evidenziato come, all’aumentare delle erogazioni di mutui casa (saliti dell’86,1% nei primi otto mesi dell’anno secondo le stime dell’Abi), sia corrisposta una crescita delle vendite di polizze sulla vita, anche se non è possibile quantificare le assicurazioni vendute in abbinamento ai prestiti per comprare un’abitazione. “Secondo dati Ania, nel periodo gennaio-agosto 2015 in totale si sono contate 483mila polizze di puro rischio (caso di morte, inabilità temporanea e invalidità permanente), in aumento del 20% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un giro di affari dal valore di 192 milioni di euro”, precisa l’analisi dell'Adnkronos.

Assicurazioni sulla vita ad alto rischio. Le associazione dei consumatori denunciano come molti giovani vengano spinti spesso ad acquistare assicurazioni obbligatorie legate ai mutui. Questo nonostante il decreto “liberalizzazioni” del 2012 abbia obbligato gli istituti a sottoporre agli aspiranti mutuatari almeno due preventivi di due gruppi assicurativi esterni rispetto alla banca o a lasciare il cliente libero di acquistarne una da lui scelta.

I giovani e l’informazione. Per di più molto spesso chi compra un mutuo si trova ad acquistare prodotti assicurativi collaterali che possono rivelarsi poco corrispondenti alle proprie necessità. “Manca un’offerta giusta: molte polizze sono in realtà investimenti e le imprese assicurative dovrebbero diventare meno speculative, non rappresentare una perdita per il cliente”, spiega il vicepresidente di Federconsumatori Andrea Pusceddu, intervistato dall'Adnkronos. Non solo, i giovani non ricevono informazioni adeguate quando gli viene sottoposto l’acquisto di una polizza sulla vita. “E quando si è male informati è più facile che si venga costretti a sottostare a delle pratiche commerciali scorrette - aggiunge Gianluca Di Ascenzo, coordinatore ufficio legale nazionale del Codacons -. Per fare un acquisto intelligente devi averne consapevolezza; e il fatto che manchi un’analisi dei prodotti in base alla fascia d’età indica che le stesse assicurazioni non promuovono un’informazione sul tema”. fonte:www.settorefinanza.com
Inserisci il risultato dell'operazione
Codice di verifica
Autorizzo il trattamento dei
dati ai sensi del D.Lgs. 196/2003. Dichiaro di aver letto l’informativa sulla Privacy.

> NON RICEVERAI SPAM
Piazza Aldo Moro, 1
25055 PISOGNE (BS)
Tel. +39 0364.1940909
Tel. +39 335.5431944
Fax +39 0364.1912031
www.finance-point.it
info@finance-point.it
Iscrizione OAM A2609