Gianbattista Garattini
Agente in attività finanziaria
335.5431944
Istat: mutui in aumento nel secondo trimestre 2015
19/10/15
Prosegue la ripresa del mercato immobiliare e delle erogazioni di mutui, con una forte spinta delle surroghe e delle sostituzioni dei finanziamenti preesistenti. A renderlo noto è l’Istat, che ha diffuso oggi i dati relativi agli atti depositati presso i 94 archivi notarili presenti in Italia.

I mutui. Nel secondo trimestre l’istituto di statistica ha censito 88.173 convenzioni notarili relative ai mutui, con un aumento del 23,1% rispetto allo stesso periodo del 2014. Sommando i dati a quelli del primo trimestre, si assiste a un rialzo del 16% delle concessioni di mutui nei primi sei mesi del 2015. Nel dettaglio, tra gennaio e giugno sono state siglate 156.334 convenzioni notarili per finanziamenti assistiti da ipoteca, 21.605 in più del primo semestre del 2014.

Più finanziamenti al Sud e nelle isole. Il recupero riguarda tutte le aree geografiche, “con variazioni sopra la media al Sud (+27,7%), nelle Isole (+27,4%) e nel Nord-est (+23,3%)”. L’incremento è stato inoltre più marcato nelle città metropolitane, dove si è segnato un +25,8%, rispetto ai centri minori (+21%).

Salgono surroghe e sostituzioni. Secondo l’Istat, la crescita dei mutui è da imputare in modo determinante alle surroghe e alle sostituzioni di vecchi mutui. “La variazione positiva delle convenzioni per mutui, finanziamenti ed altre obbligazioni non deve tuttavia essere interpretata solo come recupero del mercato immobiliare - precisa l’analisi -. Un fattore determinante nella positiva dinamica trimestrale e semestrale del comparto creditizio è la crescita di rinegoziazioni di mutui in corso di ammortamento”. In particolare, la disponibilità di tassi di interesse più bassi ha spinto chi aveva un mutuo a “valutare l’opportunità di sostituire il precedente con un finanziamento negoziato a condizioni più vantaggiose”. A sostenere l’impennata di prestiti per comprare casa è dunque “anche la crescita di queste operazioni”.

Il mercato immobiliare. Tra aprile e giugno le compravendite sono salite del 6,2% rispetto al primo trimestre del 2014, quando si era registrata una flessione del 3,6%. Complessivamente presso gli archivi notarili sono state registrate 161.357 convenzioni di compravendite immobiliari. “Il 93,7% delle convenzioni rogate riguarda trasferimenti di proprietà di immobili ad uso abitativo ed accessori (151.184), il 5,8% unità immobiliari ad uso economico (9.299) e lo 0,5% unità immobiliari ad uso speciale e multiproprietà (874)”, precisa l’Istat. A livello territoriale le vendite di immobili sono cresciute al di sopra della media “nel Nord-est (rispettivamente +10,8% e +11,8%) e nelle Isole (+8% e +10%)”. Nei primi sei mesi del 2015 il mercato immobiliare è aumentato dell’1,5%, con 297.032 convenzioni e 4.322 trasferimenti in più rispetto al primo semestre del 2014, “grazie alla performance positiva del settore abitativo (+1,8%; 277.725 convenzioni, più 4.820 unità) e nonostante la variazione tendenziale semestrale negativa del comparto ad uso economico (-1,8%; 17.670 convenzioni, meno 316 unità)”. fonte: settorefinanza.com
Inserisci il risultato dell'operazione
Codice di verifica
Autorizzo il trattamento dei
dati ai sensi del D.Lgs. 196/2003. Dichiaro di aver letto l’informativa sulla Privacy.

> NON RICEVERAI SPAM
Piazza Aldo Moro, 1
25055 PISOGNE (BS)
Tel. +39 0364.1940909
Tel. +39 335.5431944
Fax +39 0364.1912031
www.finance-point.it
info@finance-point.it
Iscrizione OAM A2609