Gianbattista Garattini
Agente in attività finanziaria
335.5431944
Le imprese chiedono meno prestiti ma di importo elevato
29/04/15
Nei primi tre mesi del 2015 è diminuita la domanda di prestiti da parte delle imprese. Dopo un anno e mezzo di crescita continua, tra gennaio e marzo la richiesta di finanziamenti da parte di ditte individuali e società ha subito una frenata del 3,6% rispetto allo stesso periodo del 2014. La notizia arriva dal Crif, una delle principali società di informazioni creditizie.

Richiesta resta alta. Se le imprese hanno chiesto meno prestiti nel primo trimestre, la domanda si mantiene comunque elevata. Bisogna infatti considerare un elemento importante, e cioè il fatto che negli ultimi tre mesi del 2014 la domanda di finanziamenti aveva fatto registrare un vero e proprio picco, con un aumento del 15,9%. “In effetti, in termini assoluti il numero di richieste di credito presentate nel I trimestre dell’anno in corso rappresenta il secondo più elevato dall’inizio del 2008 ad oggi (proprio alle spalle del I trimestre 2014), a conferma che in questi mesi le imprese italiane non hanno assolutamente smesso di rivolgersi alle banche per finanziare l’attività corrente e gli investimenti”, precisa l’analisi del Crif.

Come mai le imprese chiedono meno prestiti? Si tratta di un fenomeno difficile da spiegare. “Come spesso accade quando viene riscontrata una discontinuità su dinamiche che avevano mantenuto una certa coerenza nel tempo, non è mai facile dare una interpretazione univoca dell’inversione di tendenza - dichiara il direttore sales & marketing Simone Capecchi -. In questo caso specifico il rallentamento sembra dovuto primariamente al confronto con un trimestre che aveva fatto registrare volumi di richieste particolarmente elevati”. È probabile inoltra che in questo periodo nel quale è aumentata la domanda di credito da parte delle imprese si stia alzando anche il livello di attenzione da parte delle banche, con una crescita dei controlli sulla situazione finanziaria delle aziende. “Per soddisfare la richiesta di credito da parte delle imprese in questa fase del ciclo economico gli istituti dovranno monitorare e valutare con grande attenzione il proprio portafoglio clienti, attivando tempestivamente le azioni più opportune non appena si dovessero presentare anomalie e variazioni nei profili di rischio delle imprese affidate”, spiega Capecchi.

Importo medio più elevato. Sale la cifra che le imprese chiedono in prestito agli istituti di credito. Nel primo trimestre del 2015 l’importo medio delle richieste di finanziamento è cresciuto dell’1,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, attestandosi a 64.808 euro. “Nel primo trimestre degli ultimi sei anni mai si era registrato un valore medio così elevato - precisa il rapporto -. Nello specifico, l’importo medio richiesto è risultato pari a 31.477 euro per quanto riguarda le imprese Individuali contro gli 88.585 euro delle società”. fonte: settorefinanza.com
Inserisci il risultato dell'operazione
Codice di verifica
Autorizzo il trattamento dei
dati ai sensi del D.Lgs. 196/2003. Dichiaro di aver letto l’informativa sulla Privacy.

> NON RICEVERAI SPAM
Piazza Aldo Moro, 1
25055 PISOGNE (BS)
Tel. +39 0364.1940909
Tel. +39 335.5431944
Fax +39 0364.1912031
www.finance-point.it
info@finance-point.it
Iscrizione OAM A2609