Gianbattista Garattini
Agente in attività finanziaria
335.5431944
Mutui e prestiti, cala l’importo medio
03/06/15

Scende l’importo dei mutui e dei prestiti. Secondo i dati diffusi oggi dalla società di informazioni creditizie Crif, gli istituti di credito nel 2014 hanno concesso in media ad ogni famiglia un mutuo di 127.077 euro, il 10% in meno rispetto al 2013, che a sua volta aveva già fatto registrare una flessione rispetto al 2012.


I finanziamenti. Andamento analogo per i prestiti personali, che con una media di 10.964 euro, hanno segnato una contrazione del 10%. È invece aumentato dell’1,3% l’importo medio dei prestiti finalizzati, attestatosi lo scorso anno a 4.033 euro.


Il trend nei primi 3 mesi del 2015. Tra gennaio e marzo gli importi di mutuo concessi dalle banche alle famiglie per comprare casa sono diminuiti del 5%, mostrando dunque un rallentamento rispetto ai ritmi di decrescita dello scorso anno. Si è assistito inoltre a una inversione di tendenza per le somme erogate in prestiti personali, cresciute dello 0.5%, e in prestiti finalizzati, salite del 5,1%.
Il buon trend dei flussi di erogazione alle famiglie nel primo trimestre 2015 indicato da Abi, con un +8.6% per il credito al consumo e +50.4% per i mutui immobiliari, si è riflesso in un contestuale incremento del ticket medio dei soli prestiti personali e, soprattutto, di quelli finalizzati, ma non ancora dei mutui immobiliari - dichiara il responsabile management consulting Giorgio Costantino -. Questo trend conferma una parziale ripresa dei consumi ma una crescita del mutui immobiliari ancora condizionata sia da valori di compravendita più bassi rispetto al recente passato sia dalla perdurante cautela delle famiglie, che tendono a privilegiare soluzioni di finanziamento che pesino il meno possibile sul reddito disponibile”.


L’andamento nelle varie regioni. “L’analisi territoriale dei valori erogati conferma invece la distribuzione dei redditi e dei livelli occupazionali del Paese con un fervore più elevato nel Nord Est rispetto al Sud”, aggiunge Costantino. Per i mutui, le somme più elevate sono state concesse in Trentino alto Adige (201mila euro). Seguono Lazio e Lombardia, rispettivamente con 144.691 euro e 155.663 euro. Le cifre più basse sono invece state registrate al Sud e Isole, in particolare in Sardegna, Calabria, con importi medi al di sotto dei 100mila euro. Il Trentino detiene il record anche per i prestiti finalizzati, con 5.568 euro, mentre le regioni nelle quali gli importi risultano più contenuti sono Sicilia, con 3.028 euro, seguita a breve distanza da Molise e Campania. Per i prestiti personali, Veneto e Toscana mostrano le somme medie più elevate (in media 11.500 euro); all’estremo opposto la Puglia, con  poco più di 10.000 euro. fonte:settorefinanza.com

Inserisci il risultato dell'operazione
Codice di verifica
Autorizzo il trattamento dei
dati ai sensi del D.Lgs. 196/2003. Dichiaro di aver letto l’informativa sulla Privacy.

> NON RICEVERAI SPAM
Piazza Aldo Moro, 1
25055 PISOGNE (BS)
Tel. +39 0364.1940909
Tel. +39 335.5431944
Fax +39 0364.1912031
www.finance-point.it
info@finance-point.it
Iscrizione OAM A2609