Gianbattista Garattini
Agente in attività finanziaria
335.5431944
Euribor sotto 0. Quali sono gli effetti sui mutui?
22/04/2015
L’Euribor a 3 mesi è sceso sotto lo zero. Era successo all’inizio dell’anno all’Euribor 1 mese, per la prima volta nella storia dei tassi usati dalle banche europee per scambiarsi prestiti fra loro. E ora tocca anche al secondo dei parametri ai quali è ancorata la maggior parte dei mutui a tasso variabile.

Cosa è accaduto. Il passaggio dell’Euribor in area negativa è dovuta alla politica di quantitative easing messa in atto dalla Banca centrale europea. Il programma di allentamento quantitativo della Bce consiste nell’immissione di denaro nel sistema finanziario attraverso l’acquisto di titoli di Stato, per un importo pari a 60 miliardi di euro al mese e un totale di 1.000 miliardi di euro da qui al 2016. Una manovra che sta facendo andare sotto lo zero anche i rendimenti dei titoli di Stato di alcuni Paesi europei. I titoli tedeschi, ad esempio, sono scesi oggi al -0,32%. L’Euribor ha mostrato invece un calo più contenuto, attestandosi a -0,01%.

Gli effetti sui mutui. Le conseguenze sui mutui non saranno particolarmente sensibili al momento. Il tasso completo di un mutuo è dato infatti dalla somma del valore dell’Euribor e dello spread, che rappresenta il guadagno delle banche. Per ora, vista la riduzione esigua dell’Euribor, il ricavo degli istituti di credito resta positivo. Tuttavia quanto sta accadendo suscita più di qualche preoccupazione fra le banche, che fino ad oggi avevano considerato questo scenario come qualcosa di puramente ipotetico. Di sicuro, infatti, se l’Euribor dovesse continuare a diminuire, i mutuatari vedrebbero abbassarsi ancora le loro rate. E gli istituti di credito cercherebbero di correre ai ripari per arginare le perdite.

Gli scenari possibili: nuovi contratti e rinegoziazioni. Potremmo veder comparire nei prossimi contratti di mutuo delle postille che prevedono che il tasso annuo effettivo globale (Taeg), dato dalla somma del parametro di riferimento più lo spread, non possa scendere al di sotto dello spread. E chi ha già acceso un mutuo rischia di ricevere una chiamata dalla propria banca per rinegoziare il finanziamento in corso: extrema ratio per non dover sottrarre dallo spread il valore dell’Euribor, riducendo o annullando di fatto la propria quota di guadagno sui mutui. È bene dunque prepararsi a questa evenienza e tenere d’occhio le azioni delle associazioni dei consumatori, che certamente si sforzeranno di contrastare in ogni modo comportamenti di questo genere.

Fonte: settorefinanza.com
Inserisci il risultato dell'operazione
Codice di verifica
Autorizzo il trattamento dei
dati ai sensi del D.Lgs. 196/2003. Dichiaro di aver letto l’informativa sulla Privacy.

> NON RICEVERAI SPAM
Piazza Aldo Moro, 1
25055 PISOGNE (BS)
Tel. +39 0364.1940909
Tel. +39 335.5431944
Fax +39 0364.1912031
www.finance-point.it
info@finance-point.it
Iscrizione OAM A2609